226 - Ricostituzione potenzi...

Motivazione
Nelle aree montane il bosco ha una essenziale funzione di tutela del territorio da alluvioni, fenomeni franosi evalanghivi e dissesti idrogeologici in genere; il terreno forestale favorisce l'infiltrazione dell'acqua, riducendo il deflusso superficiale e l'erosione, favorendo la ricarica delle falde. Su questa funzione del bosco si fonda la normativa di protezione delle foreste (vincolo idrogeologico) che copre la quasi totalità dei boschi provinciali (99,2%).
La prevenzione di possibili eventi naturali distruttivi, nelle sue diverse forme, e la ricostituzione delle aree forestali danneggiate costituiscono un elemento importante degli obiettivi di stabilità e multifunzionalità del territorio.

Obiettivi
Favorire il mantenimento di una copertura forestale stabile ed efficiente, in grado di svolgere le sue funzioni protettive, ambientali e produttive.

Beneficiari
Proprietari di boschi e loro associazioni; titolari della gestione in base ad un contratto vigente; il Servizio Foreste e Fauna della Provincia senza le limitazioni di cui all´art. 30, comma 4, del Reg. (CE) n. 1974/2006.
La destinazione d´uso non potrà essere modificata per almeno 20 anni per le azioni b), c) e d).
Manutenzione degli interventi per un minimo di 5 anni per le azioni b) e d).

Per maggiori informazioni sulla misura 226 "Ricostituzione del potenziale forestale e interventi preventivi", si consulti il Programma di Sviluppo Rurale al capitolo 5.3.2.2.6 o il sito del Servizio Foreste e Fauna della Provincia Autonoma di Trento http://www.foreste.provincia.tn.it/.          

Condividere