Campagna 2018/2019

La misura investimenti è una misura attivata nell'ambito del Programma Nazionale di Sostegno (P.N.S.) - per il periodo di programmazione 2019/2023 - per il settore vitivinicolo e finanzia investimenti relativi all'acquisto di beni, materiali e immateriali finalizzati al miglioramento della produzione di vino di migliore qualità e ad una migliore organizzazione che consenta di aprirsi a una maggiore domanda di mercato e al conseguimento di una maggiore competitività.

Non sono ammessi a finanziamento investimenti riguardanti la produzione/commercializzazione di aceto di vino (allegato VII parte seconda del Regolamento (UE) n. 1308/2013; D.M. di data 14 febbraio 2017 n. 911

Questa misura è attivata a valere sulle risorse destinate alla Misura Investimenti del Programma Nazionale di Sostegno (P.S.N.) per il settore vitivinicolo per la campagna 2018/2019 complessivamente pari a 791.865,00 euro (come da Decreto del MIPAAF n. 2987 di data 15 maggio 2018).

Le disposizioni previste dalla Deliberazione n. 8 della Giunta provinciale di data 11 gennaio 2019 si intendono integrative a quelle stabilite dall’Organismo Pagatore – A.G.E.A. (Agenzia per le erogazioni in Agricoltura).

 Le circolari/istruzioni operative di A.G.E.A. e la modulistica prevista sono:
AGEA - Istruzioni Operative n. 70 del 3 dicembre 2018:OCM Unica Regolamento (Ue 1308/2013 - P.N.S. Vitivinicolo -art. 50) Misura Investimenti. Istruzioni operative relative alle modalità e condizioni per l'accesso all'aiuto comunitario per la misura degli Investimenti - campagna 2018/2019 - Regolamento delegato (Ue) n. 2016/1149 e Regolamento di esecuzione (Ue) n. 2016/1150.
Anno di riferimento: 2018

- Allegato 1 - Facsimile Domanda di aiuto 2018-2019

Allegato 2 - Modello di dichiarazione con le informazioni relative alla qualifica di PMI

- Allegato 3 - Modello dichiarazione sostitutiva terreni agricoli

Allegato 4 - Modello dichiarazione sostitutiva CCIA

- Allegato 5 - Modello dichiarazione sostitutiva comunicazione Antimafia

- Allegato 6 - Modello dichiarazione sostitutiva familiari conviventi

interlineaa
La Misura Investimenti si applica su tutto il territorio provinciale, per la campagna 2018/2019.
interlineaa

Ecco l'ELENCO DEI SOGGETTI BENEFICIARI DEL SOSTEGNO COMUNITARIO, che possono essere presentare le seguenti domande: 

1. domanda annuale
 - presentazione entro il 25 febbraio 2019 presso i CAA  (prorogata con Decreto n. 1786 del MIPAAFT del 14 febbraio 2019)

- poi i CAA devono inviare le domande presso:

Ufficio tutela delle produzioni agricole

Servizio Politiche Sviluppo Rurale – PAT

Via Trener, 3 – Trento

Tel. 0461 495782

Fax 0461 495763

E-mail:serv.politichesvilupporurale@provincia.tn.it

- presentazione del progetto e della rispettiva domanda di pagamento a saldo presso i CAA entro il 1 agosto 2019 ed entro il 6 agosto 2019 presso:

Ufficio tutela delle produzioni agricole

Servizio Politiche Sviluppo Rurale – PAT

Via Trener, 3 – Trento

Tel. 0461 495782

Fax 0461 495763

E-mail:serv.politichesvilupporurale@provincia.tn.it

2. domanda biennale
- presentazione entro il 25 febbraio 2019 presso i CAA (prorogata con Decreto n. 1786 del MIPAAFT del 14 febbraio 2019)

- poi i CAA devono inviare le domande presso:

Ufficio tutela delle produzioni agricole

Servizio Politiche Sviluppo Rurale – PAT

Via Trener, 3 – Trento

Tel. 0461 495782

Fax 0461 495763

E-mail:serv.politichesvilupporurale@provincia.tn.it

- presentazione del progetto della rispettiva domanda di pagamento a saldo presso i CAA entro il 2 luglio 2020 ed entro il 9 luglio 2020 presso:

Ufficio tutela delle produzioni agricole

Servizio Politiche Sviluppo Rurale – PAT

Via Trener, 3 – Trento

Tel. 0461 495782

Fax 0461 495763

E-mail:serv.politichesvilupporurale@provincia.tn.it

Le domande per gli investimenti/progetti di durata biennale sono ammesse unicamente per progetti con importi complessivi pari o superiori a 150.000,00 euro di spesa ammissibile a finanziamento.
interlineaa

DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DOMANDA DI AIUTO

interlineaa
REQUISITI PER L’ACCESSO
I richiedenti alla data di presentazione della domanda di aiuto devono:

- essere titolari di Partita IVA;

- essere iscritti al registro delle imprese della C.C.I.A.A. di Trento;

- essere in regola con la costituzione del fascicolo aziendale ai sensi del D.P.R. n. 503/1999 e del D.Lgs. n. 99/2004;

-essere in regola con la normativa vigente in materia di dichiarazioni obbligatorie di cui al Regolamento (CE) n. 436/2009 e ss.mm.ii.

interlineaa
Il richiedente può presentare una sola domanda di aiuto.
interlineaa
NEWS 2019
Al momento della presentazione della domanda di aiuto il soggetto richiedente, deve essere iscritto all’Albo delle Imprese Agricole (A.P.P.I.A) o in alternativa aver svolto l’attività di vitivinicoltore da almeno tre anni (dimostrabile dalle dichiarazione obbligatoria di produzione obbligatoria di produzione vino) o di aver tra i propri dipendenti, un tecnico con titolo di studio attinente le materie agrarie.

Il sostegno è destinato agli investimenti realizzati in Provincia di Trento dalle imprese operanti nella medesima provincia.

Non è concesso un sostegno ad imprese in difficoltà ai sensi degli orientamenti comunitari sugli aiuti di Stato per il salvataggio e la ristrutturazione di imprese in difficoltà (ai sensi dell'articolo 2 punto 14 del Regolamento (UE) n. 702/2014). Pertanto alla luce delle summenzionate normative, sono esclusi da tale aiuto i commercianti, ovvero coloro che esercitano la sola attività di commercializzazione di vino.
interlineaa

AZIONI AMMESSE A FINANZIAMENTO: possono essere finanziate più azioni.

interlineaa

SPESE AMMISSIBILI: in giallo le news 2019

interlineaa
PERCENTUALE DI AIUTO
- l’aiuto è concesso nel limite massimo del 40% della spesa effettivamente sostenuta (IVA esclusa) qualora l’investimento sia realizzato da un’impresa classificabile come micro, piccola e media;
- il limite massimo è ridotto al 20% della spesa effettivamente sostenuta (IVA esclusa) qualora l’investimento sia realizzato da un’impresa classificabile come intermedia ovvero che occupi meno di 750 dipendenti o il cui fatturato annuo sia inferiore ai 200 milioni di euro;
- il limite massimo è ridotto al 19% della spesa effettivamente sostenuta (IVA esclusa) qualora l’investimento sia realizzato da un’impresa classificabile come grande ovvero che occupi più di 750 dipendenti o il cui fatturato sia superiore ai 200 milioni di euro
interlineaa
SPESA AMMISSIBILE A FINANZIAMENTO
 
minimo 10.000,00 euro massimo 700.000,00
 
Non saranno considerati ammissibili a finanziamento i progetti il cui importo, all'esito dell'istruttoria della domanda di aiuto o della domanda di pagamento a saldo, risulterà inferiore al valore minimo sopraindicato pari a 10.000,00 euro
interlineaa
ONERI E IMPEGNI A CARICO DEL BENEFICIARIO

- gli investimenti oggetto di finanziamento devono essere conservati per cinque anni dalla data della liquidazione del saldo finale (art. 71 del Regolamento (UE) n. 1303/2013);

 

- il bene deve mantenere il vincolo di destinazione d'uso, la natura e le finalità specifiche per le quali è stato realizzato;

 

- nei casi di forza maggiore e circostanze eccezionali si applica l'art. 2, paragrafo 2) del Regolamento (UE) n. 1306/2013, nonchè l'art. 4 del Regolamento (UE) n. 640/2013

interlineaa
VARIANTI

Non sono ammesse, a pena di esclusione della domanda di saldo, nessun tipo di varianti ai progetti iniziali, già approvati dal competente Servizio provinciale.

 

Sono consentite solo modifiche minori, così come disciplinate dalle circolari dell'Organismo Pagatore A.G.E.A.

 

Rimane il rispetto del vincolo complessivo dell'investimento non risulti inferiore al valore minimo di 10.000,00 euro, come sopraindicato.

Attachments

Ultimo aggiornamento: 2019-02-19 09:47


Condividere