Contributi irrigazione-bando...

L’ articolo 35, 1° comma della Legge provinciale 28 marzo 2003, n. 4 (Legge provinciale in materia di agricoltura) prevede la possibilità di concedere dei contributi al fine di un equo e razionale uso collettivo delle risorse idriche e del miglioramento e consolidamento delle qualità delle produzioni.

Sul territorio della  Provincia autonoma di Trento ci sono terreni coltivati a rischio di movimenti franosi o smottamenti accentuati da eventi meteorici sempre più intensi e che necessitano di interventi di regimazione e drenaggio delle acque. Si è altresì rilevata la necessità di eseguire ricerche idriche al fine di realizzare nuove derivazioni ad uso irriguo in aree non ancora interessate da servizi consorziali di irrigazione. Infine permane l' esigenza di completare ed ammodernare gli impianti esistenti e di provvedere a tempestivi interventi per la messa in sicurezza degli stessi.

La Giunta provinciale con la deliberazione n. 1288 del 28 agosto 2020, pertanto ritiene opportuno destinare l’importo complessivo di Euro 1.500.000,00 a favore delle domande presentate ai sensi del presente bando, prenotando il medesimo importo, tenuto conto della presunta esigibilità della spesa, sul capitolo 503300 dell’esercizio finanziario 2020.

Le domande di contributo devono essere presentate al Servizio competente in materia di agricoltura: utilizzando la modulistica disponibile a fondo pagina, pubblicata anche sul sito internet istituzionale della Provincia, nello spazio: www.procedimenti.provincia.tn.it 

a partire da lunedì 31 agosto 2020

fino e non oltre lunedì 21 settembre 2020

La domanda di contributo DEVE essere compilata in ogni sua parte e corredata dell'Informativa Privacy

E' ammessa la presentazione di una sola domanda per singolo beneficiario.

interlineaa

Chi può richiedere il contributo?

Possono beneficiare dei contributi i seguenti soggetti riconosciuti elencati all’art. 2, comma 1, lettere f) e g) della L.P. n. 4/2003 come di seguito specificato:

– Consorzi di Bonifica riconosciuti dalla normativa vigente in materia.

– Consorzi di Miglioramento Fondiario di I e II grado riconosciuti dalla normativa vigente in materia.

interlineaa

Di cosa deve provvisto il beneficiario?

1) Casella di posta elettronica (PEC)

I soggetti beneficiari dell’aiuto devono dotarsi di casella PEC attraverso la quale avverrà lo scambio di comunicazioni con l’Amministrazione.

2) Fascicolo aziendale (FA)

Il richiedente, alla data di presentazione della domanda di contributo, deve possedere il fascicolo aziendale aggiornato (validato).

Per quanto riguarda la definizione degli elementi che costituiscono la base per la costituzione ed aggiornamento del fascicolo aziendale e della sua validazione si fa riferimento al “Manuale del fascicolo aziendale” curato dall'Agenzia Provinciale per i Pagamenti (APPAG) – Contatti: appag@provincia.tn.it – 0461/495877.

E' possibile richiedere la validazione del suddetto fascicolo compilando in ogni sua parte il modulo previsto, corredato del documento di identità valido del titolare o rappresentante legale dell’azienda ed inoltrarlo agli indirizzi presenti sul modulo.

Di seguito una tabella riassuntiva ed esplicativa dei criteri e delle operazioni da intraprendere per poter richiedere il contributo.

CRITERI ATTUATIVI per l’anno  2020
1. INTRODUZIONE

1.1 Inquadramento dell'aiuto

1.2 Realizzazione anticipata delle iniziative

1.3 Modalità di comunicazione e scambio di documenti per via telematica

1.4 Casella di posta elettronica (PEC)

1.5 Fascicolo aziendale (FA)

1.6 Informazioni

1.7 Trattamento dei dati

1.8 Codice Unico di progetto (CUP)

1.9 Gestione dei flussi finanziari e modalità di pagamento

1.10 Modalita' di pagamento

2. BENEFICIARI

2. BENEFICIARI.pdf 344,82 kB

2.1 Dotazione finanziaria

3. PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

3.1 Termini di presentazione

3.2 Modalità di presentazione

3.3 Contenuto e documentazione da allegare

3.4 Documentazione da allegare

4. LIMITI E CUMULO DI SPESA AMMISSIBILE RICHIESTA

4.1 Costi ammissibili

4.2 Costi non ammissibili

5. REQUISITI DA RISPETTARE CON RIGUARDO ALLE NORMATIVE SULLA TUTELA DELLE RISORSE IDRICHE

6. CALCOLO DELLE SPESE AMMISSIBILI A CONTRIBUTO

6.1 Lavori e forniture

6.2 Somme a disposizione del soggetto appaltante

6.3 I.V.A.

6.3 I.V.A..pdf 334,53 kB

6.4 Imprevisti

6.4 Imprevisti.pdf 160,92 kB

6.5 Spese tecniche

6.6 Limiti percentuali delle spese tecniche concesse (vedi tabella sottostante)

7. ISTRUTTORIA DELLE DOMANDE

7.1 Tipologia del contributo

7.2 Percentuale di contribuzione

8. DOMANDE NON ACCOLTE PER L’ESAURIRSI DELLE RISORSE FINANZIARIE

9. CRITERI DI PRIORITA’

10. AGGIUDICAZIONE E AFFIDAMENTO DELLE OPERE E DEGLI INCARICHI DI PROGETTAZIONE

10.1 Soggetti che rientrano nelle previsioni della normativa sui LL.PP.

10.2 Soggetti che NON rientrano nelle previsioni della normativa sui LL.PP

11. LIQUIDAZIONE DEL CONTRIBUTO

11.1 Cessione del credito

11.2 Liquidazione di acconti (stati di avanzamento)

11.3 Liquidazione finale

12. VARIANTI

12. VARIANTI.pdf 344,46 kB

13. TERMINI PER LA REALIZZAZIONE DELLE INIZIATIVE

14. PROROGHE E MANCATA OSSERVANZA DEI TERMINI

15. MODALITA’ E CRITERI PER L’EFFETTUAZIONE DEI CONTROLLI SUL RISPETTO DEGLI OBBLIGHI DEI RICHIEDENTI E TERMINI PER LA REALIZZAZIONE DELLE INIZIATIVE

16. DISPOSIZIONI GENERALI IN MATERIA DI SANZIONI

17. ALTRE DISPOSIZIONI

Allegati

Ultimo aggiornamento: 2020-09-16 13:33


Condividere