Acquisto Fondi Rustici

Nel 2005 ha operato a pieno regime l’art. 41 della L.P. 4/03, relativo allo sviluppo della proprietà diretto coltivatrice, che prevede la concessione di aiuti finanziari ai coltivatori diretti che acquistano fondi rustici per il potenziamento dell’azienda e in particolare è stata applicata la nuova normativa  che introduce la possibilità di accordare finanziamenti agevolati per l'acquisto di fondi rustici anche a coloro che non sono coltivatori diretti, ma che si assumono l’obbligo a diventarlo entro due anni dal rogito di acquisto.

L’Ufficio proprietà diretto coltivatrice si  è impegnato in una vasta opera di ristrutturazione fondiaria, che si può riassumere:

  • ringiovanimento della forza/lavoro impiegati; 
  • accorpamento e ricomposizione fondiaria; 
  • ammodernamento delle strutture. 

Da alcuni anni, al fine di stimolare l'inserimento dei giovani in aziende efficienti e moderne si sono incentivati gli aiuti finalizzati alla conservazione dell'integrità aziendale, nel caso di trasferimento a titolo oneroso o di riscatto di quote della comunità familiare, con un miglioramento sostanziale dei parametri di intervento contributivo, da parte dell'Ente pubblico. Tale possibilità è stata opportunamente sfruttata e ha trovato notevoli riscontri positivi. 
Gli Uffici competenti dell’Assessorato seguono pari passo la complessa tematica in un quadro legislativo di riferimento nazionale composito e obsoleto adoperandosi nel dare risposte ai quesiti più disparati:

  • individuazione delle figure professionali che possono accedere agli interventi;   
  • vincolo di indivisibilità imposto sulle acquisizioni;
  • problematiche sugli affitti; 
  • regime successorio; 
  • diritto di prelazione; 
  • aspetti fiscali legati ai passaggi di proprietà.
Condividere