Ortofrutticoltura

Golden_ramo

L´elevata qualità dell´ortofrutta trentina è principalmente merito dalle particolari condizioni pedoclimatiche, ma anche della capacità e professionalità dei numerosi operatori agricoli supportati da un capillare ed efficiente sistema di assistenza tecnica. Le ridotte dimensioni medie aziendali (circa un ettaro) di per sé rappresentano un pesante elemento di criticità ed hanno reso indispensabile il ricorso a forme aggregative (cooperative e organizzazioni dei produttori) .

Il comparto di spicco del settore è costituito dalla produzione di mele che da sola genera circa il 70% della PLV della frutticoltura.
è da segnalare l´importante crescita del comparto dei piccoli frutti che nel corso degli ultimi anni si è ritagliato una posizione di una certa importanza e si trova oggi al secondo posto nella produzione frutticola trentina.
Per quanto riguarda le drupacee, esse costituiscono circa il 2,7% del totale della PLV.
Fra le altre legnose agrarie la principale coltivazione è costituita dai kiwi (actinidia) che da soli rappresentano ben il 90% della PLV di questo sottocomparto.

Buona la tenuta della produzione di ciliegie mentre per le susine si nota invece una riduzione della produzione e della superficie investita, a seguito della diminuzione della redditività della coltura e a problemi fitosanitari (fitoplasmosi “Sharka”). Infine la produzione di olive, stazionaria in termini di superficie, ma con una lieve diminuzione della produzione.

DOP riconosciute:

Altri prodotti tradizionali:

  • Frutti di bosco del Trentino
  • Fragola del Trentino
  • Mela del Trentino
  • Noce del Bleggio
  • Asparago di Zambana

 

  MELO   PERO   CILIEGIO   SUSINO   OLIVO  
  ha q.li ha q.li ha q.li ha q.li ha q.li
2000 11.931 4.700.000 31 8.630 160 8.370 231 33.800 384 8.600
2001 11.967 4.755.000 40 8.535 164 14.000 227 41.300 385 9.725
2002 11.882 4.250.000 34 7.420 174 12.200 211 19.900 385 6.800
2003 10.954 3.575.323 32 3.056 175 12.240 191 34.342 380 9.614
2004 11.026 3.653.180 32 5.760 175 8.775 135 27.000 384 8.250
2005 10.368 3.786.279 32 5.386 154 9.483 144 24.850 716 9.575
2006 10.482 3.919.377 32 5.012 130 10.190 102 22.700 375 10.899
2007 9.800 4.587.000 31 3.193 125 9.125 80 14.960 375 12.500
2008 9.800 4.330.730 31 3.193 127 9.350 78 14.820 375 14.500
2009 9.800 4.500.000 32 5.000 127 10.000 78 15.000 376 14.514

                Fonte: Database ISTAT

Approfondimenti

Condividere