La Normativa

La normativa

Le tecniche di produzione animale e vegetale, la trasformazione e la commercializzazione dei prodotti biologici sono stabilite dai Regolamenti (CE) n. 834/07 e n. 889/08 (e loro successive modificazioni ed integrazioni). In essi sono definiti i metodi di produzione ammessi per i prodotti vegetali e animali e vengono, stabilite le regole per il controllo dei prodotti ottenuti da agricoltura Biologica, l´etichettatura, e l´importazione da Paesi Terzi. Inoltre il regolamento (CE) n. 710/2009  e il regolamento (CE) n.  203/2012  dettano le modalità di applicazione, per quanto riguarda l'acquacoltura e la vinificazione biologica. Definiscono quindi l´impostazione e il funzionamento del Sistema di controllo e degli Organismi certificatori, stabiliscono regole comuni per gli operatori dei diversi paesi della Comunità e riconoscono ufficialmente questo metodo di coltivazione in tutta l´Unione Europea. La Provincia Autonoma di Trento con la Legge Provinciale n. 4/2003 applica le norme comunitarie, prevede alcune misure di sostegno e promuove la diffusione di questo settore. Tutti gli operatori biologici della Provincia di Trento sono iscritti nell'elenco che è pubblico ed è consultabile sul sito Internet della Provincia Autonoma di Trento e presso l'Ufficio per le produzioni biologiche del Servizio Politiche Sviluppo Rurale.

 

NEWS 2021
interlineaa
- Modifica criteri e modalità di presentazione delle domande di contributi spese sostenute per il controllo e per la certificazione del processo produttivo biologico e proroga scadenza domande di liquidazione e rendicontazione del contributo relativo alle spese sostenute per il controllo e la certificazione del processo produttivo biologico per l’anno 2020 - scadenza 30 luglio 2021
La deliberazione della Giunta provinciale n. 1088 del 25 giugno 2021 modifica quanto approvato con la deliberazione n. 2169 di data 9 dicembre 2014 e ss.mm.ii. concernente i criteri e le modalità di presentazione delle domande di contributi per le spese sostenute per il controllo e per la certificazione del processo produttivo biologico previsti dall'articolo 47, comma 4, della Legge provinciale 28 marzo 2003
interlineaa
- Presentazione domanda contributi BIO - anno 2021, termine scadenza 31 luglio 2021

La deliberazione della Giunta provinciale n. 1036 approvata in data 18 giugno 2021 apporta modifiche alla deliberazione già adottata n. 2169 del 9 dicembre 2014, per quanto riguarda:

istruttoria e concessione del contributo;

rendicontazione e liquidazione.

Inoltre con la deliberazione n. 372 del 5 marzo 2021 la Giunta provinciale di Trento ha modificato la deliberazione n. 2221 di data 30 novembre 2018 e s.m.i, concernente i criteri e le modalità per la presentazione delle domande di contributi per le spese sostenute per il controllo e per la certificazione del processo produttivo biologico previsti dall'articolo 47 comma 4, della Legge provinciale 28 marzo 2003, n. 4, prorogando alla data della scadenza per la presentazione delle domande  al 31 luglio 2021

interlineaa
- Proroga presentazione Programmi Annuali di Produzione (P.A.P)

Con la determinazione del Dirigente del Servizio Politiche Sviluppo Rurale n. 15 del 18 febbraio 2021 e successivamente con la determinazione del Dirigente del Servizio Politiche Sviluppo Rurale n. 49 dell'11 maggio 2021 è stato prorogato alla data del: 

15 giugno 2021

come termine ultimo per la presentazione sul sistema informativo nazionale SIB dei Programmi Annuali di Produzione (P.A.P) così denominati:

 

Programma Annuale di Produzione Vegetale (PAPV);

Produzione Zootecnica (PAPZ);

Produzioni d’Acquacoltura (PAPA);

Preparazioni (PAP) e Importazioni (PAI)

di cui all’art 72 comma 3 punto e) della Legge provinciale n. 4 del 28 marzo 2003;

interlineaa
NEWS 2020
Reintroduzione del sovescio e del maggese 
A seguito dell'intesa in Conferenza Stato-Regioni, la Ministra Teresa Bellanova ha adottato in data 9 aprile 2020, il decreto n. 3757 in merito alle rotazioni in agricoltura biologica. Il decreto, richiesto da tempo dalle Regioni, modifica il  decreto 18 luglio 2018, n. 6793 introducendo di nuovo il sovescio, per il quale viene stabilito un periodo vegetativo minimo fino ad inizio fioritura o comunque di 90 giorni prima di essere interrata, e il maggese stabilendo un periodo minimo di permanenza di sei mesi

Applicazione nuovo quadro normativo a partire dall'

 1 gennaio 2022

Con l’adozione del REGOLAMENTO (UE) 2020/1693 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO dell’11 novembre 2020 “che modifica il regolamento (UE) 2018/848 relativo alla produzione biologica e all’etichettatura dei prodotti biologici per quanto riguarda la sua data di applicazione e alcune altre date in esso previste” l’Unione europea ha posticipato al 1 gennaio 2022, la data di applicazione del reg. 2018/848 sulla produzione biologica e l'etichettatura dei prodotti biologici, inizialmente prevista per il 1° gennaio 2021.

Le motivazioni del rinvio sono individuate nelle circostanze eccezionali determinate dalla pandemia COVID-19 che richiedono notevoli sforzi anche da parte degli operatori del settore biologico per il mantenimento della produzione e degli scambi commerciali e che non consentono nel contempo agli operatori di prepararsi adeguatamente all’applicazione del nuovo quadro normativo dato dal regolamento (UE) 2018/848.

Con il posticipo dell’applicazione del nuovo regolamento sono state prorogate anche varie date connesse alle possibilità di concedere eventuali deroghe.

 

 

 

Argomenti correlati

Allegati

Ultimo aggiornamento: 2021-07-14 10:05


Condividere