IAP

IAP è la sigla che sta per Imprenditore Agricolo Professionale.

Chi è l'Imprenditore Agricolo Professionale?

La figura dell'IAP è stata introdotta dall' art. 1 D.lgs. 29 marzo 2004, n. 99 – modificato con D.lgs. 27 maggio 2005, n. 101 e si intende colui/lei che è in possesso di adeguate conoscenze e competenze, che dedica alle attività agricole (così come definite dall'art. 2135 del Codice Civile) direttamente o in qualità di socio di società almeno il 25% del proprio tempo di lavoro complessivo e che ricavi dalle attività medesime almeno il 25% del proprio reddito globale da lavoro.

Le società di persone, cooperative e di capitali, anche a scopo consortile, sono considerate imprenditori agricoli professionali qualora lo statuto preveda quale oggetto sociale l'esercizio esclusivo delle attività agricole di cui all'articolo 2135 del Codice Civile e siano in possesso dei seguenti requisiti:

  • nel caso di società di persone qualora almeno un socio sia in possesso della qualifica di imprenditore agricolo professionale. Per le società in accomandita la qualifica si riferisce ai soci accomandatari;
  • nel caso di società di capitali o cooperative, quando almeno un amministratore, che sia anche socio per le società cooperative, sia in possesso della qualifica di imprenditore agricolo professionale. La qualifica di imprenditore agricolo professionale può essere apportata da parte dell'amministratore ad una sola società.

Quali sono i requisiti che deve possedere l'imprenditore agricolo professionale?

  • almeno il 25% del proprio tempo di lavoro complessivo
  • almeno il 25% del proprio reddito globale da lavoro (escluse le pensioni di ogni genere)
  • conoscenze professionali che possono essere dimostrate alternativamente con:

            a)  titolo di studio nel settore agrario (laurea o diploma)

            b)  brevetto professionale imprenditore agricolo (BPIA), da conseguire presso la Fondazione Edmund Mach di S. Michele a/A.

            c)  esame colloquio

            d)  attività agricola da almeno 3 anni

            e) frequenza corso specifico per IAP riconosciuto a livello nazionale con superamento di esame finale

Perchè diventare un imprenditore agricolo professionale?

La qualifica di IAP viene richiesta ai giovani che si insediano per la prima volta in un'azienda agricola e che hanno richiesto l'aiuto previsto dal Piano di Sviluppo Rurale -  PSR

Lo IAP gode delle stesse agevolazioni fiscali per l'acquisto di terreni agricoli previste per i coltivatori diretti iscritti alla Gestione Previdenziale INPS.

Le disposizioni relative all'imprenditore agricolo professionale si  applicano  anche  ai  soggetti  persone  fisiche  o società che, pur non in possesso dei requisiti di cui ai commi  1  e 3, abbiano presentato istanza di riconoscimento della qualifica  alla Regione competente che rilascia apposita certificazione,  nonché  si siano iscritti all'apposita gestione  dell'INPS.  Entro  ventiquattro mesi dalla data  di  presentazione  dell'istanza  di  riconoscimento, salvo  diverso  termine  stabilito   dalle   regioni,   il   soggetto interessato deve risultare  in  possesso  dei  requisiti  di  cui  ai predetti commi 1 e 3, pena  la  decadenza  degli  eventuali  benefici conseguiti.

Quando e come fare richiesta?

Non è prevista nessuna scadenza, è possibile presentare richiesta in qualsiasi momento dell'anno.

La richiesta viene effettuata tramite la compilazione dell'apposito modulo predisposto, scaricabile dal sito www.modulistica.provincia.tn.it 

Dove presentare la richiesta?

La richiesta compilata ed affrancata con marca da bollo da 16 euro, deve essere presentata presso l'ufficio competente della Provincia sito a Trento nord in Via Trener n. 3, a primo piano. 

L'Ufficio competente, completati gli accertamenti necessari, rilascerà all'interessato/a l'attestazione IAP

Ultimo aggiornamento: 2022-05-27 10:11


Condividere